Il blog di riferimento sull'Amianto

varese-amianto-boschi-discariche

Varese: amianto fra i boschi e cinque discariche abusive

12.000 m2 da bonificare, 260 tonnellate di rifiuti tra cui amianto, residui di asfalto e rottami metallici dispersi tra i boschi del Varesotto. I numeri parlano chiaro e in provincia di Varese La Guardia di Finanza ha scoperto ben cinque discariche abusive.

Le sostanze pericolose, sotterrate illecitamente, sono state ritrovate nei pressi della Valdumentina, Valtravaglia e Valceresio: 12.283 m2 di rifiuti tra cui 110 chili di materiali e sostanze pericolose in amianto, oltre a 55 fusti contaminati.
I boschi dell’Alto Varesotto e le aree di cantieri edili, sottoposti a vincolo ambientale, risultano contaminate da 60 tonnellate di residui di asfalto, 30 tonnellate di rottami metallici, cisterne contaminate e resti di automobili. La paura e desolazione per la presenza di amianto si respira ovunque in questi luoghi abbandonati e caduti in rovina. Una pessima situazione se si pensa all’inquinamento ambientale e alla tranquillità delle persone che vivono in zone contaminate da rifiuti tossici e amianto dispersi.
 

La Guardia di Finanza di Varese e Le Fiamme Gialle hanno ritrovato documenti extracontabili di una società di recupero rifiuti, tra cui resti tossici in amianto, contenenti riferimenti a rapporti non previsti e registrati.
L’allarme amianto ha così dato il via ad ulteriori verifiche che hanno consentito di individuare altre imprese coinvolte nell’attività illecita.
Cinque persone sono state denunciate per aver consentito lo smaltimento di rifiuti, di alcune aziende del Varesotto, in discariche abusive.

Le indagini organizzate dall’“Operazione Valli pulite” proseguono alla ricerca di nuovi responsabili, mentre l’area contaminata dall’amianto viene messa a bonifica