Il blog di riferimento sull'Amianto

bonifica-amianto-emarsèse

Val d’Aosta: a breve bonifica della miniera d’amianto di Emarèse

I lavori di bonifica dell'area della ex miniera di amianto di Settarme-Chassant sono stati al centro di un incontro con la popolazione che si è svolto a inizio mese, a cui hanno preso parte il sindaco Lucina Grivon e l'assessore regionale al territorio Luca Bianchi.

Scoperta nel 1872 e utilizzata fino al 1970, la miniera di amianto di Settarme-Chassant si trova a circa 1370 m s.l.m., nel comune di Emarèse, in Val d'Aosta. Nonostante l'estrazione dell'amianto, sia a cielo aperto che in galleria, sia terminata molti anni prima dell’entrata in vigore della sua messa al bando, nel 1992, presso il giacimento sono tutt’ora presenti numerose discariche di fibre di amianto, fonte estesa di inquinamento. Esposte agli agenti atmosferici le fibre possono infatti disperdersi nell’aria e diffondersi anche a notevole distanza.

Il Decreto 18 Settembre 2001 N. 468 (Programma nazionale di bonifica e ripristino ambientale) ha individuato l’ex miniera di amianto di Settarme-Chassant tra gli interventi di interesse nazionale. Grazie all'inserimento delle miniera nel Programma nazionale di bonifica e di ripristino ambientale dei siti contaminati, i lavori di bonifica e messa in sicurezza hanno ottenuto un finanziamento statale superiore ai 4,2 milioni di Euro.

Nel corso dell'incontro con la popolazione, l’assessore regionale al Territorio Luca Bianchi ha sottolineato che l'intervento sarà eseguito nel rispetto di tutte le disposizioni vigenti in materia di lavori pubblici e che assessorato, Comune, Arpa, Usl e l'impresa che eseguirà i lavori si atterranno scrupolosamente alle procedure e ai protocolli previsti per i controlli e per il monitoraggio, in particolare della qualità dell'aria, nella zona interessata, io modo da garantire  la tutela della salute degli abitanti e dei lavoratori impegnati nelle operazioni.