Il blog di riferimento sull'Amianto

stefania-divertito-cronista-amianto

Torna in libreria Stefania Divertito, cronista dell'amianto

In arrivo l’ultimo romanzo di Stefania Divertito per NNE Editore, Una spiaggia troppo bianca. Il racconto della celebre reporter dell’amianto, che tratta in modo nuovo il tema della lotta allo sfruttamento ambientale.

Una spiaggia troppo bianca: la trama

La giornalista che negli anni scorsi ha smascherato il tema delle morti da uranio impoverito fra i militari italiani, ha scelto questa volta lo strumento della fiction, per sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi ecologici e sulle loro controversie politiche.

Una spiaggia troppo bianca racconta la storia di Gemma, una giovane giornalista che da Milano torna indagare nella sua città natale, Napoli. La reporter affronta un tema scomodo e spinoso per denunciare ancora una volta gli abusi dell’uomo sull’ambiente attraverso un avvincente eco-thriller. La protagonista, Gemma è una ragazza normale: tanti capelli rossi, un po’ imbranata, ma che non si da per vinta e si batte con coraggio contro la corruzione e gli abusi ambientali nei dintorni della sua città. Grazie al suo spirito di avventura riesce a smascherare intrighi politici, tentati omicidi, pedinamenti e fughe.

Stefania Divertito: cronista dell’anno 2004

Stefania Divertito si occupa da anni di ecologia e le sue inchieste, la più importante delle quali le ha conferito il premio Cronista dell’anno nel 2004, sono tristemente note. La giornalista napoletana è ormai un nome conosciuta fra i sostenitori della lotta all’asbesto in Italia.

Ha iniziato ad interessarsi al problema della fibra killer già nel 2009, quando seguendo la guerra dei Balcani notò le strane morti che iniziavano a verificarsi tra i militari italiani dopo il rientro dalla missione di pace. Decise così di raccogliere le loro storie e incominciò a seguire la vicenda anche politicamente.

Il 4 gennaio del 2001 è stata invitata dal ministero della Difesa – allora l’attuale presidente della repubblica Sergio Mattarella a partecipare a un viaggio a Sarajevo per constatare di persona la sicurezza sul campo e per parlare di amianto con i soldati italiani.

Ha raccolto così una serie di testimonianze, storie e documenti con i quali ha dato vita, pochi anni dopo al libro Uranio, il nemico invisibile pubblicato nel 2005 da Infinito Edizioni. Sullo stesso tema la giornalista ha pubblicato anche Amianto nel 2009 e Toghe verdi. Storie di avvocati e battaglie civili, nel 2011, entrambi per Edizioni Ambiente.

Leggi il libro online

Se non vuoi aspettare ad acquistare il libro per leggera la storia, online è possibile trovare il Blog di Gemma, che racconta sotto forma di diario le avventure e le difficoltà del giornalismo d’inchiesta sulla lotta all’amianto. Potrai scoprire lo stile dell’autrice Stefania Divertito, vincitrice del Premio Paolini nel 2013, che riporta alla nostra attenzione, con il linguaggio nuovo della narrazione, il tema spesso taciuto della lotta alle minacce ecologiche.