Il blog di riferimento sull'Amianto

franco-bonelli-morto-amianto

Franco Bonelli: morto per amianto

Ci lascia l’avvocato Bonelli, da anni super consuente di Eni, Ferovie dello Stato, Telecom... L’avvocato genovese, instancabile lavoratore e maestro di diritto, muore a 78 anni per un male incurabile. L’amianto colpisce ancora, silenzioso killer e spietato assassino...

Il dovere è forza, anche contro la malattia

L’amore, la dedizione e la passione per il proprio lavoro hanno occupato gran parte della sua vita, mentre la malattia avanzava inesorabile. Franco Bonelli ha trascurato se stesso e il proprio tempo libero, tenendo nascosto il male che lo stava pian piano uccidendo. Ma l’amianto colpisce così...senza scampo!

Tenacia, impegno e competizione: l’avvocato genovese ha avuto rapporti con grandi nomi come Roberto Poli di Eni, Mauro Moretti di Finmeccanica e Romain Zalescki, dedicandosi alla ricerca di soluzioni innovative, sempre rispettando la legge al dettaglio. Nel 1999, ha fondato con Sergio Erede e Aurelio Pappalardo, lo studio legale Bonelli Erede Pappalardo.

Insegnava anche diritto commerciale all’Università di Genova. Nella sua carriera è stato tra i massimi esperti in ristrutturazioni societarie, controversie ambientali, arbitrati...viaggiando, seguendo uno stile di vita sempre molto duro, ma consapevole della propria forza data dalle tante avversità vissute.

Lo ricordiamo per l’interesse avuto per le persone, per la cura nelle proprie attività e per il rispetto, non solo del lavoro ma dell’Italia: professore, avvocato e consigliere dello Stato. Quest’anno era stato nominato membro della Commissione governativa per la riforma della legge fallimentate.

Cosa resta da dire? L’amianto ha colpito...ancora.