Il blog di riferimento sull'Amianto

expo-rischio-amianto

Expo a rischio amianto

È notizia recente il ritrovamento di rifiuti speciali, amianto e idrocarburi nelle aree interessate ai lavori per l’esposizione. La Cmc rialza i costi e ritarda la fine delle operazioni al 28 settembre 2015. Allarme e caos: l’Expo a quel punto sarà a un mese dalla chiusura.

Il caos amianto-Expo

Le aree interessate a pulizia e ordine per l’allestimento dell’esposizione mondiale sono “accusate” di contaminazione da rifiuti di amianto. Lo afferma il Fatto Quotidiano che racconta della posizione presa da Cmc - centrale delle coop rosse - occupata in rimozione delle interferenze e pulizia dell’area. La Cmc chiede un aumento per le operazioni extra non previste dall’accordo. Ma perché si ritarda? Anche quest’area “profuma” di amianto

Quel che crea più scalpore è il ritardo affermato per la fine dei lavori: 28 settembre 2015. Impossibile! La rimozione delle interferenze è il lavoro che anticipa e deve chiudersi prima di ogni altra attività: costruzione della “piastra” e dei padiglioni dedicati all’esposizione.

Come finirà o meglio… quando inizierà Expo?

Rimozione di rifiuti di amianto, demolizioni e bonifica degli spazi, trasporto ed eliminazione dei materiali di scarto contaminati sono solo alcune delle operazioni che Cmc dovrebbe concludere in poco tempo, due mesi in realtà prima dell’inizio della manifestazione internazionale. I ritardi degli ultimi anni si sono accumulati, accavallati e ora sovrapposti.
La Direzione ai lavori ridetermina le date contrattuali di esecuzione da parte di Cmc: prima 26 giugno 2015, termine inutile visto l’imminente inizio di Expo; poi 10 aprile 2015, altrimenti si passerà a provvedimenti penali.
Ciò che passa in secondo piano e desta preoccupazione è: nel caos della fretta di arrivare e affrontare in tempo un’apertura plateale, che ne sarà dei rifiuti di amianto rimossi?

Le aree di lavoro destinate alle nuove strutture espositive saranno bonificate dall’amianto come si deve? Speriamo di poter dire buona Expo a tutti!