Il blog di riferimento sull'Amianto

Broni e Amianto: novità 2016

Broni e Amianto: novità 2016

Novità sul caso amianto nel territorio di Broni: l’intero territorio comunale potrebbe diventare sito di interesse nazionale, mentre la Regione Lombardia pensa a nuove strategie di smaltimento e provvedimenti anti amianto anche di natura sanitaria.  

A Broni parte il secondo lotto di bonifica

I primi mesi del 2016 dedicheranno alla lotta all’amianto del comune di Broni una buona fetta di novità. In particolare dovrebbe partire il secondo lotto di bonifica dell’area circostante la ex Fibronit.

L’accordo di programma, stabilito durante la conferenza dei servizi decisionali, svoltasi a Roma a cura del Ministero dell’Ambiente, dà indicazione sugli stanziamenti e il crono programma delle attività.  In una spesa complessiva di 12,5 milioni di euro il nuovo intervento anti-amianto prevede:

  • rimozione dei materiali
  • bonifica interna dei capannoni
  • rimozione delle lastre di cemento amianto di copertura
  • rimozione delle strutture fognarie interrate
  • lavaggio, incapsulamento delle tubazioni contaminate dalla fibra killer
  • trasporto e smaltimento dei rifiuti in poli autorizzati

Il cantiere dovrebbe durare 2 anni e precederà il terzo lotto di bonifica per il quale già si prevede una spesa di 16 milioni di euro per l’abbattimento definitivo dei capannoni.

Emergenza sanitaria

Nel progetto anti amianto si prevede anche un intervento diretto in aiuto delle persone. Il Governatore della Lombardia Maroni avrebbe pensato a un test sperimentale (della durata di 2/6 mesi) in cui si prevede l’esenzione dal pagamento del ticket per coloro che richiedono esami utili per identificare patologie legate all’asbesto.

L’emergenza amianto, che coinvolge il comune di Broni, è solo un esempio per  tutte quelle zone in cui si verificano oggi patologie gravi a causa di problemi e disastri ambientali.

Il progetto dedicato a Broni supera i confini della Fibronit estendendosi a tutto il territorio comunale e ai centri vicini, in cui resistono altri fabbricati in cemento amianto.  Prossimamente ne saranno protagonisti alcuni edifici pubblici per i quali è previsto un sensibile programma di messa in sicurezza.