Il blog di riferimento sull'Amianto

Bergamo. C'è amianto abusivo sotto la nuova tangenziale sud

Bergamo. C'è amianto abusivo sotto la nuova tangenziale sud

Una discarica abusiva di amianto. È questa la causa dello slittamento a settembre dell’apertura dell’ultimo tratto della tangenziale sud di Bergamo, che andrà a migliorare i collegamenti fra Val Brembana, Val Seriana e la pianura bergamasca.

L’inaugurazione dell’ultimo tratto della tangenziale era previsto per la fine di luglio, ma durante gli scavi per la realizzazione di una rotatoria è stato trovato dell’amianto abusivo sotto terra. 

Ancora suolo inquinato a Zanica

Il ritrovamento di asbesto durante gli scavi per i lavori alla nuova tangenziale non è una novità nella bergamasca. Non si tratta infatti del primo episodio di sfruttamento abusivo del sottosuolo di Zanica. Il sindaco, Luigi Locatelli, ricorda i tristi episodi legati all’utilizzo negli anni ‘70 e ‘80 dell’ex cava Cuter come discarica abusiva di materiali altamente inquinanti, in particolare liquami tossici di aziende petrolchimiche.
L’impegno del sindaco per la bonifica è stato comunque immediato. L’Anas, ente appaltatore dell’infrastruttura viaria, provvederà prontamente al risanamento.

Rimandati a settembre

La buona notizia è che le operazioni di bonifica, immediatamente indette dal sindaco di Zanica non richiederanno tempi lunghi: si parla di circa 40 giorni. La quantità di asbesto abusivo nascosto sotto terra allo svincolo di Zanica, sulla ex statale 591, non sono note, ma non dovrebbero essere così ingenti, visto che la spesa prevista per la risanazione dell’area pare si aggiri intorno ai centomila euro.

Ancora una volta l’amianto mette in pericolo il nostro territorio e prima delle vacanze estive i bergamaschi dovranno combattere un’altra battaglia contro l’asbesto, ma soprattutto attendere la fine della stagione dei viaggi e weekend fuoriporta per godere di più facile viabilità.