Il blog di riferimento sull'Amianto

bergamo-amianto: allarme smaltimento

Bergamo-Amianto: allarme smaltimento

Allarme amianto in Lombardia e si avvicina il termine per l’eliminazione definitiva della fibra killer (Pral). In provincia di Bergamo sono 232.552 i metri cubi di amianto ancora presenti. Ci vuole strategia!

L’impegno della provincia bergamasca contro l’amianto

Il 7 maggio scorso, al Pirellone di Milano, la situazione smaltimento amianto è stata protagonista di una dura discussione. Nel centro del mirino anche la provincia di Bergamo che,con all’attivo una serie di piani di monitoraggio ed eliminazione amianto, è ancora lontana dal traguardo.232.552 metri cubi di fibra killer ancora da smaltire e un termine fissato, il 31 dicembre 2015, per la definitiva eliminazione dell’amianto dalla Regione Lombardia.

Bergamo resta comunque fra le più virtuose nella lotta all’asbesto. Secondo i dati presentati dall’Arpa, dal 2007 al 2012 sono stati rimossi 87.458 metri cubi di amianto nella bergamasca. Bergamoè al quinto posto fra le provincie impegnate nel processo di eliminazione dell’asbesto.

Amianto in Lombardia:a che punto siamo?

La regione Lombardia negli ultimi anni ha messo in atto un programma di mappatura amianto tramite l’innovativo telerilevamento. Grazie a sensori montati a bordo di satelliti, aerei, elicotteri e droni, che hanno monitorato la presenza di asbesto sul territorio. I risultati presentati dall’Arpa sono molto soddisfacenti. Anche la rilevazione messa in atto dalle ASL locali ha dato buoni frutti: l’autodichiarazione dei cittadini ha permesso l’identificazione di 394.758 metri cubi di amianto da smaltire.

La rilevazione della fibra killerresta tuttavia un problema nelle strutture meno visibili come guarnizioni, cisterne, rivestimenti di impianti e tubature.

Un futuro senza amianto: quanto manca?

Il 7 maggio ha rinnovato l’impegno dei rappresentanti delle istituzioni nella lotta all’asbesto. L’obiettivo è eliminare nel prossimo futuro ogni residuo di amianto sul territorio e risolvere il problema più impellente: la gestione dello smaltimento. I centri di smistamento in cui l’amianto viene isolato nei sacchi di polietilene non bastano ad eliminare le quantità ancora presenti in Lombardia.

Come fare? Entrano in gioco nuove tecnologie e competenze, mentre si elabora un nuovo piano per l’eliminazione totale dell’amianto.
Non resta che augurarci buona fortuna!