Il blog di riferimento sull'Amianto

amianto-auto-cinesi

Amianto nei tubi di scarico delle vetture cinesi: ispezioni Asl in tutta Italia

Su richiesta del procuratore di Torino Raffaele Guariniello, già titolare dell'inchiesta nel Processo Eternit, gli ispettori delle Asl di tutta Italia dovranno verificare se nelle concessionarie che hanno venduto le auto contenenti amianto della cinese Great Wall Motors, gli operai che si sono occupati della bonifica delle parti in amianto hanno contratto malattie asbesto-correlate.

L'inchiesta legata alla presenza di parti in amianto nelle guarnizioni dei tubi di scarico delle auto della casa cinese era stata avviata da Guariniello nel febbraio del 2014. Secondo la procura di Torino, l'azienda avrebbe fatto alcune campagne di richiamo, chiedendo ai rivenditori di provvedere alla bonifica dell'amianto dalle proprie autovetture. 

Il rischio però è che gli operai che si sono occupati di eliminare le parti in amianto potrebbero contrarre malattie asbesto-correlate. Secondo la procura infatti, ad occuparsi della bonifica delle parti in amianto sarebbero stati i lavoratori delle concessionarie, che avrebbero operato senza le dovute protezioni, come guanti e mascherine. 

Esisterebbe quindi il rischio, secondo Guariniello, che alcuni di essi si siano ammalati di tumore. Le Asl dovranno ora verificare eventuali casi di contaminazione tra i lavoratori delle concessionarie della Great Wall Motors.