Il blog di riferimento sull'Amianto

amianto ecoreato: #neancheunavirgola

Amianto ecoreato: #neancheunavirgola

È stata approvata ieri, martedì 19 maggio 2015, la nuova legge: gli ecoreati diventano veri e propri delitti, punibili penalmente. Le pene per i delitti contro l’ambiente possono arrivare fino a 15 anni di reclusione. 

I nuovi delitti contro l’ambiente

Ad ogni reato, la sua pena:

  • Inquinamento: è prevista una reclusione da 2 a 6 anni e con la multa da 10.000 a 100.000 euro;
  • Disastro ambientale: è punito con la reclusione da 5 a 15 anni;
  • Traffico e abbandono di materiale radioattivo: da 2 a 6 anni di carcere esanzione da 10.000 a 50.000 euro
  • Impedimento del controllo ambientale: pena da 6 mesi a 3 anni;
  • Associazione contro l’ambiente: previste aggravanti specifiche al reato ambientale

 

Amianto è reato

Così ha deciso la legge. Puniti con la reclusione da 2 a 6 anni e con la multa da 10.000 a 50.000 euro il reato di traffico e abbandono di materiale radioattivo. In particolare contro chi "cede, acquista, riceve, trasporta, importa, esporta, procura ad altri, detiene, trasferisce, abbandona materiale di alta radioattività ovvero, detenendo tale materiale, lo abbandona o se ne libera illegittimamente".

Ecco la risposta alle manifestazioni che dal mese scorso movimentano Roma: il flash mob su ecoreati e vittime amianto chiedeva l’approvazione del Ddl senza cambiare #neancheunavirgola.

Richiesta esaudita! Stop ai disastri ambientali impuniti che causavano morti per inquinamento e per amianto senza giustizia