Il blog di riferimento sull'Amianto

Insieme per SOS Amianto: un progetto contro IL Nemico comune

Insieme per SOS Amianto: un progetto contro IL Nemico comune

Venerdì 2 dicembre, è stato presentato a Lecco il progetto SOS Amianto: un’iniziativa di educazione alla salute e all’ambiente, volta a sensibilizzare i cittadini verso il tema dell’amianto, ancora presente nel territorio lombardo.

Casi di mesotelioma in Lombardia

L’amianto è stato utilizzato nei modi più svariati e inconsapevolmente, ignorando la sua pericolosità. Altrettanto difficile è stato riconoscerne i suoi effetti dannosi, le malattie e le patologie causate. Al momento non ci sono cure per debellare il mesotelioma pleurico; ciò che si può fare è informare e creare consapevolezza nei cittadini sulla pericolosità della fibra killer in mezzo a noi.

Solo nel 2012 sono stati registrati 270 casi di malattie causate dall’amianto nella regione Lombardia e si preannuncia che con gli anni la cifra aumenterà vertiginosamente. I casi di mesotelioma pleurico nel 2012 sono stati 172: solo nella città di Lecco si trova oggi il 3,3% dei malati.

Giovani che parlano di amianto

Il progetto SOS Amianto, è un’iniziativa che permette ai ragazzi di comprendere tutti i pericoli e i rischi causati dalla presenza della fibra killer nella nostra quotidianità.

All’Istituto di via Calatafimi, centinaia sono stati gli studenti che hanno assistito all’incontro tenuto dal primario del reparto di Oncologia all’ospedale di Lecco, Antonio Ardizzoia.

La volontà del primario è stata quella di informare gli studenti sui rischi dell’amianto, spiegare le malattie causate dall’uso improprio, in particolare il mesotelioma pleurico, e i modi per prevenire la sua diffusione.

All’incontro ha presenziato anche Laura Arlati, architetto che collabora con il gruppo aiuto negli sportelli amianto. L’attività dello Sportello Amianto dà consapevolezza sui rischi e offre le giuste informazioni per difendersi da questo materiale pericolosissimo.

Durante la serata, oltre ai preziosi interventi esperti, è stato mostrato il film Un posto sicuro, di Francesco Ghiaccio e con Marco D’Amore, dedicato al tema Eternit a Casale Monferrato.

Il futuro, dunque, preannuncia battaglia: il presidente del Gruppo aiuto mesotelioma Cinzia Manzoni ha dichiarato che questo progetto non si fermerà a questo incontro, ma molte altre sono le iniziative in programma. Ci saranno altri studenti che, nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro, aiuteranno gli Sportelli Amianto e contribuiranno alla realizzazione di materiale per informare sui rischi che provengono dall’esposizione continua alla fibra killer.